Audioprotesisti.org – Il portale scientifico del moderno audioprotesistaCanzoni “segnate”: la musica pop per i non-udenti grazie a Youtube | Audioprotesisti.org - Il portale scientifico del moderno audioprotesista
Categoria:

Canzoni “segnate”: la musica pop per i non-udenti grazie a Youtube

Gabriele Delosa - Marzo 25, 2010

The following two tabs change content below.

Potrebbe sembrare a prima vista un ossimoro, fare musica e canzoni per persone affette da disturbi dell’apparato uditivo. Eppure non è affatto così. E quello che fino a poco tempo fa poteva essere qualcosa di “nicchia” e solo per gli addetti al mestiere, grazie alla rete è diventato un modo di fare arte decisamente diverso ma di libero accesso a tutti. Da qualche tempo, infatti, su Youtube stanno spopolando alcuni video che hanno per protagonisti dei ragazzi e delle ragazze udenti che si prodigano nel tradurre nel linguaggio dei segni della propria lingua alcune delle canzoni più celebri del momento. Molti di loro hanno iniziato per hobby, per passione, o semplicemente perché l’insegnante del corso di lingua dei segni aveva chiesto loro di filmarsi come compito a casa. E ora, invece, si sono trasformati in vere e proprie star della rete, con migliaia di visite giornaliere al proprio canale Youtube e inviti a diverse manifestazioni del settore. Per il momento il fenomeno è diffuso soprattutto negli Stati Uniti, dove i video musicali in ASL (American Sign Language) che vannoper la maggiore sono quelli di Stephen Torrence, che grazie alla sua versione segnata di Party in the USA di Miley Cyrus si è trovato con 6000 visite al proprio canale in un solo giorno ed è stato addirittura contattato da America’s Got Talent per un’audizione, e quello di Ally, una ragazza del Texas con una vera vocazione per l’insegnamento della lingua dei segni americana, che potete vedere in questa pagina mentre interpreta il brano Lucky di Colbie Callait e Jason Mraz. E’, però, importante notare che come per ogni lingua, anche nel caso dei video in ASL vi possono essere delle imprecisioni dal momento che vengono interpretati da studenti di questa lingua e non veri nativi. Anche uno dei telefilm più popolari del momento, Glee, si è occupato di questo modo particolare di fare musica, quando in un episodio ha proposto una toccante versione di Imagine interpretata proprio da un coro di ragazzi non-udenti. Una ragazza francese qualche tempo fa aveva cercato di far conoscere al grande pubblico la realtà delle canzoni segnate, partecipando ai provini di un talent show francese con Casser la Voix, una canzone del grande Patrick Bruel. Purtroppo, come previsto, Magali non ha passato il provino ma ha sicuramente dimostrato come non sia indispensabile l’udito per poter apprezzare una buona canzone. Per quanto riguarda il nostro Paese, l’unico interprete di canzoni in LIS (Lingua dei Segni Italiana) èLouisWeb2007che nel suo canale propone delle simpatiche versioni segnate di alcune delle più famose sigle di cartoni animati degli anni 80.

Guarda il video

 

{youtube}A2vDzDKwXug{/youtube}

Fonte: http://music.fanpage.it/

audioprotesisti notizie